Aule


Il corso di laurea magistrale in Farmacia si propone di conferire un insieme di conoscenze teoriche e pratiche in campo biologico, chimico, farmaceutico, tecnologico, fisiopatologico, farmacologico e tossicologico. indicazioni essenziali al corretto utilizzo dei farmaci. I laureati nel corso di laurea magistrale in Farmacia saranno quindi dotati delle basi scientifiche e della preparazione teorica e pratica necessarie all'esercizio della professione di farmacista e ad operare quali esperti del farmaco e dei prodotti per la salute. Durante il percorso formativo di cinque anni di studio in CdL Farmacia, gli studenti applicano le conoscenze di laboratorio di posto singolo, presso i Laboratori Chimico e Farmaceutico.
Laboratorio Chimico: Durante il secondo anno di studio, gli studenti vengono introdotti all’analisi chimica qualitativa inorganica, norme di sicurezza in un laboratorio chimico e prevenzione dei rischi di laboratorio, generalità sulle operazioni di laboratorio. Molto importanti sono gli aspetti teorici dei processi di dissoluzione e precipitazione, idrolisi dei sali: proprietà acido-base di anioni, cationi e sali, analisi degli anioni, analisi dei cationi (analisi periodale classica con suddivisione in sei gruppi analitici), guida all’identificazione di sostanze inorganiche incognite iscritte nella Farmacopea Europea (idrosolubili ed insolubili in acqua). Durante il secondo anno di studio, nel laboratorio chimico gli studenti vengono introdotti all’analisi quali – quantitativa. Preparazione di un metodo analitico, determinazioni analitiche secondo F.U.I. Analisi su sostanze organiche, sostanze inorganiche, analisi gravimetrica, Operazioni dell’analisi gravimetrica, calcoli dell’analisi gravimetrica Fattore gravimetrico. Aspetti teorici della precipitazione., Solubilità. Prodotto di solubilità Titolazioni argentometriche. Titolazioni di neutralizzazione. Titolazioni di ossido-riduzione. Titolazioni con formazione di complessi. Titolazioni in solventi non acquosi. Titolazioni potenziometriche .
Durante i terzo anno di studio, nel laboratorio chimico si propone una panoramica sulle metodologie di analisi chimica e strumentale utilizzate per l’identificazione strutturale e l’analisi quantitativa di molecole farmaceutiche iscritte nella vigente farmacopea Ufficiale, per il controllo di purezza (determinazione delle impurezze), e per il controllo della loro stabilità, il riconoscimento delle principali droghe vegetali e gli elementi conoscitivi indispensabili all’isolamento e alla purificazione dell’analita dagli eccipienti (preparazione del campione), lo studio della reattività chimica e reazioni di riconoscimento dei seguenti gruppi funzionali: doppio e triplo legame olefinico, sistemi aromatici, sistemi coniugati, gruppo alcoolico, etereo, fenolico, carbonilico, carbossilico, estereo, ammidico, amminico, nitrico e solfonico, reazioni di riconoscimento applicate ai singoli farmaci, identificazione di principi attivi in matrice complessa.
Laboratorio Farmaceutico: Durante i quarto e quinto anno di studio gli studenti di Farmacia vengono introdotti in una serie di fasi e di principi alla base della progettazione, preparazione e del controllo delle principali forme farmaceutiche convenzionali e non convenzionali, acquisiscono le conoscenze necessarie alla comprensione delle relazioni intercorrenti tra proprietà tecnologiche, biofarmaceutiche e farmacocinetiche dei prodotti medicinali. Forme farmaceutiche solide: schema generale di produzione delle forme farmaceutiche solide; proprietà delle polveri e metodi di analisi; operazioni farmaceutiche (processi e apparecchiature): macinazione, mescolazione, granulazione, pellettizzazione, essiccamento, compressione, rivestimento (confettatura e filmatura); problematiche formulative e aspetti preparativi di polveri, granuli, pellets, compresse, capsule, pastiglie; controlli sulle forme di dosaggio. Altre nozioni pratiche importanti sono; preparazione, controlli tecnologici e allestimento della documentazione, secondo le norme di buona preparazione, delle seguenti forme di dosaggio solide, semisolide e liquide: polveri dermatologiche; suppositori; unguenti, creme, geli, paste; colliri, spedizione di una ricetta contenente sostanze stupefacenti o veleni.
Responsabile Laboratorio Chimico e Farmaceutico
Dott.ssa Arvjola Hodaj
Tel: 04 2273 290
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.