Sport e Cultura

Per tanti studenti dell’Università Cattolica “Nostra Signora Del Buon Consiglio” questa domenica non è stato un giorno di riposo. Loro hanno deciso di dare una mano per pulire la nostra casa comune, la città di Tirana. I giovani, hanno gradito l’iniziativa del municipio della capitale, “Puliamo Tirana”, e hanno contribuito in questa missione sociale. Ormai, per l’Università Cattolica “Nostra Signora Del Buon Consiglio" far parte delle attività sociali, è una tradizione. Dalle 8.30 di mattina, per un paio d’ore, insieme a Padre Appolinaire, gli studenti hanno pulito la strada “Dritan Hoxha”, strada in qui si trova anche l’Università Cattolica “Nostra Signora Del Buon Consiglio”. I ragazzi erano molto enstusiasti, ma non solo loro. Erano tantissimi I cittadini che hanno apprezzato questa iniziativa. “Bravi, fieri di questa gioventù, grazie che vi prendete cura della nostra città”, dicevano I cittadini mentre passavano sulla strada pulita. C’erano anche coloro, che si sono uniti agli studenti, e hanno datto una mano a pulire. “Dobbiamo fare tutti il nostro dovere di cittadino”, dice Gezim, uno dei cittadini che ha contribuito per qualche minuto a pulire. Queste frasi hanno datto gioia agli studenti, che la stanchezza l’hanno sostituita con il sorriso. Regelsa Kaja ha viaggiato da Durazzo, per partecipare a "Pastrojme Tiranen", e non solo si esprime soddisfata della attività, ma promette di far parte anche alle seguenti iniziative. “È stata la prima volta che facevo parte di un volontariato qua in Albania ma posso dire che a fine mattinata ho provato una soddisfazione enorme tale da permettermi di dire che molto probabilmente parteciperò anche alle prossime iniziative. È stata una domenica diversa dalle altre dove la fatica si alleggeriva ogni volta che i cittadini per strada ci ringraziavano”, racconta lei. La studentessa Ana Kuqali, eccetto all' entusiasmo ha anche questo appello: "Quando ho saputo che era stata organizzata un'attività di volontariato per pulire Tirana, la città in cui vivo, mi sono subito entusiasmata! Ma la realtà ha superato l'aspettativa! Pulire la strada che percorro ogni giorno per raggiungere la mia università mi ha fatto capire ancora di più quanto ci tengo all'ambiente in cui vivo perché ho trovato oggetti dannosi alla nostra salute, al mio cane che quando passeggia gioca con la spazzatura, ai bambini che toccano tutto quello che trovano. Mi sono stancata e ho imparato che forse se tutti nel nostro piccolo rispettassimo l'ambiente rispetteremmo prima di tutto noi stessi e risparmieremmo molto lavoro e soldi per ripulire questo dono in cui ci è stato concesso di vivere che è la natura!" sottolinea lei. Anche gli altri studenti hanno promesso di aderire a questa attività di volontariato in futuro. Le foto sono la dimostrazione dei risultati di questa buon opera che hanno fatto questa domenica I ragazzi, però il messaggio è anche quello del bosogno di unirsi per contribuire per una città più pulita, per prendersi cura dell’ambiente, di dare un po' d’amore alla nostra casa comune! Oggi, questi ragazzi hanno dato una buona lezione di questo.