Ricerca

La Trinità Impossibile è una semplice regola con implicazioni profonde. È stata scoperta dall'economista premio Nobel Robert Mundell nei primi anni '60. La regola è che un paese non può avere nello stesso momento una politica monetaria indipendente, un conto dei movimenti di  capitale aperto e un tasso di cambio fisso. Si possono avere due di queste tre condizioni. Si può anche averne solo una o nessuna, se volete. Ma non si possono avere tutte e tre allo stesso tempo. Se ci provate, fallirete — i mercati garantiranno per questo esito. Tali fallimenti (che avvengono) rappresentano alcune delle migliori opportunità di profitto. Comprendere e utilizzare la Trinità ,Impossibile fa miracoli se riuscite ad individuare le giuste condizioni e ad impostare i vostri accordi in anticipo in relazione agli inevitabili fallimenti politici delle banche centrali.

La prima parte della Trinità Impossibile riguarda una politica monetaria indipendente. Questo significa semplicemente che la vostra banca centrale può fissare i tassi dove vuole senza alcun riguardo per quello che stanno facendo le altre banche centrali. Se si desidera allentare la politica monetaria per aiutare la propria economia e un'altra banca centrale vuole restringere per prevenire l'inflazione, va bene. Ogni banca centrale fa la sue cose.

La seconda parte della Trinità Impossibile riguarda un conto dei movimenti di capitale aperto. Questa parte fa riferimento alla capacità degli investitori di portare i loro soldi dentro e fuori di un paese in modo rapido e facile. Se volete investire in Cina, dovrete prendere i vostri dollari, convertirli in yuan e investire in azioni, obbligazioni o altri investimenti esteri. Molto spesso è qualcosa che non si fa da soli; il broker lo fa per voi. Se acquistate un Exchange Traded Fund (ETF) cinese, potreste pensare d'aver acquistato un titolo in dollari sul New York Stock Exchange. Ma dietro le quinte il fondo rappresentante l'ETF deve comprare le azioni cinesi. Direttamente  indirettamente, i vostri dollari finiscono nelle mani della Banca Centrale Cinese, la quale emette yuan per completare l'acquisto delle azioni locali. Oppure diciamo che siete una società globale, come IBM o General Electric e volete investire $1 miliardo in una fabbrica in Australia o Brasile.

Vale lo stesso discorso. I dollari degli investitori finiscono nella banca centrale del paese didestinazione, e l'investitore ottiene valuta locale per completare l'acquisto. Questo è un modo attraverso il quale le banche centrali accumulano le loro riserve di dollari USA e di altre valute forti (l'altro modo è con i surplus commerciali). Fin qui tutto bene. Ora diciamo che desiderate vendere il vostro investimento e portare fuori dal paese estero i vostri soldi. Il processo che abbiamo appena descritto funziona al contrario. La banca centrale estera prende i proventi in valuta locale dalla vostra vendita e vi dà dollari dalle sue riserve. Questo processo, entrare e uscire in modo rapido e veloce da un investimento estero, è l'essenza di un conto dei movimenti di capitale aperto. È come una porta girevole. Ma a volte la porta girevole rimane incastrata con voi dentro. Questo accade quando una banca centrale non lascia uscire il vostro denaro fuori dal paese. Poi la porta girevole diventa un po' come l'Hotel California (“You can check-out any time you like, but you can never leave”). Quando questo accade, si dice che il paese ha un conto dei movimenti di capitale chiuso.

La terza parte della Trinità Impossibile è un tasso di cambio fisso. Questo significa semplicemente che il valore della valuta in relazione ad un'altra, è ancorato ad un tasso fisso. Formalmente i tassi vincolanti sono stati abbandonati dal sistema monetario internazionale nel 1974, non molto tempo dopo che il presidente Richard Nixon pose fine alla convertibilità dei dollari in oro ad un tasso fisso. Dal 1974 tutte le principali valute hanno tecnicamente fluttuato rispetto alle altre. Ma molti paesi ancorano le loro valute ad altre in modo informale, utilizzando l'intervento delle banche centrali e di altri strumenti di policy. Ad esempio, lo yuan cinese è stato ancorato informalmente al dollaro statunitense ad un tasso di circa 6.2 a 1 per la maggior parte del 2014 e 2015. La Cina ha inaspettatamente rotto l'ancoraggio lo scorso agosto (provocando un crollo dei mercati azionari negli Stati Uniti) e ha svalutato lo yuan a 6.3 a 1. Sin da allora lo yuan è stato svalutato ulteriormente, e ora è scambiato a circa 6.48 a 1. Molti paesi perseguono ancoraggi formali ed informali nei confronti di altre valute, di solito il dollaro statunitense.

Lo schema qui sotto rappresenta la Trinità Impossibile. In questo schema, il conto dei movimenti di capitale aperto è etichettato come "A", il tasso di cambio fisso è etichettato come "B" e la politica monetaria indipendente è etichettata come "C". La teoria della Trinità Impossibile sostiene l'impossibilità che un paese possa raggiungere la somma A + B + C allo stesso tempo. Qualsiasi paese che ci prova è destinato a fallire: Questa è la teoria.

Che dire della pratica? Cosa c'è di così impossibile? Consideriamo il caso di un paese — chiamiamolo Freedonia — che vuole tagliare il suo tasso d'interesse dal 3% al 2% per stimolare la crescita. Nel contempo il principale partner commerciale di Freedonia, Sylvania, ha un tasso d'interesse del 3%. Freedonia ha anche un conto dei movimenti di capitale aperto (per incoraggiare gli investimenti diretti esteri). Infine Freedonia ancora il suo tasso di cambio a Sylvania ad un rapporto di 10 a 1. Si tratta di un tasso di cambio per stimolare le esportazioni da Freedonia a Sylvania. In questo esempio, Freedonia sta tentando di far avverare la Trinità Impossibile. Vuole un conto dei movimenti di capitale aperto, un tasso di cambio fisso e una politica monetaria indipendente (ha un tasso d'interesse del 2% mentre il tasso di Sylvania è del 3%).

Cosa succede dopo? Gli arbitraggisti si mettono al lavoro. Prendono in prestito denaro da Freedonia al 2% per investire a Sylvania al 3%. Questo fa sì che la banca centrale di Freedonia venda le sue riserve di valuta estera e stampi moneta per soddisfare la domanda di prestiti in valuta locale e gli investimenti in uscita. Stampare moneta locale esercita una pressione al ribasso sul tasso di cambio fisso e causa inflazione dei prezzi locali. Alla fine qualcosa si rompe. Freedonia può restare a corto di valuta estera ed essere costretta a chiudere il conto dei movimenti di capitale, o a rompere l'ancoraggio (questo è quello che è successo nel Regno Unito nel 1992, quando George Soros scommise contro la Banca d'Inghilterra). O Freedonia stamperà così tanti soldi che l'inflazione andrà fuori controllo e dovrà alzare i tassi d'interesse (qualcosa di simile sta accadendo in Brasile ultimamente).

La risposta politica può variare, ma il risultato finale è che Freedonia non può mantenere la Trinità Impossibile. O dovrà alzare i tassi d'interesse, o chiudere il conto dei movimenti di capitale, o rompere l'ancoraggio, o fare tutte e tre le cose, per evitare di perdere tutti i suoi cambi e andare in bancarotta. Questo vi mostra quanto sia potente la Trinità Impossibile come strumento analitico. Quando vedete un paese che cerca di raggiungere la Trinità Impossibile, state sicuri che in un modo o nell'altro il suo sistema si romperà. Potete cominciare a prendere decisioni d'investimento in previsione di tale rottura. Al contrario, quando vedete un paese che evita la Trinità Impossibile, potete avere più fiducia nella sua gestione economica. In questo modo si possono prendere decisioni d'investimento sulla base di tale livello di fiducia. La Trinità Impossibile è uno strumento per separare i paesi con buone politiche da quelli con cattive politiche. È anche uno strumento usato per fare previsioni accurate basate sulla sostenibilità di tali politiche.

Tra l'altro, vi è una grande eccezione alla Trinità Impossibile: gli Stati Uniti. Gli Stati Uniti stabiliscono i tassi d'interesse in modo indipendente e hanno un conto dei movimenti di capitale aperto. Gli Stati Uniti non ancorano ufficialmente il dollaro ad una qualsiasi altra valuta (quindi tecnicamente non infrangono la Trinità Impossibile), mentre invece lo fanno altri paesi. Perché gli Stati Uniti non hanno conseguenze negative? Perché gli Stati Uniti non hanno bisogno di valuta estera. Il dollaro è la valuta di riserva globale (circa il 60% delle riserve mondiali e circa l'80% dei pagamenti globali), quindi gli Stati Uniti non possono mai restare a corto di valuta estera,possono semplicemente stampare più dollari! Questo è ciò che i francesi negli anni '60 definirono "Privilegio Esorbitante del Dollaro".

 

FONTE: http://www.trend-online.com/risparmio/cose-la-trinita-impossibile-130416/